Erbe per stimolare l'appetito

tisane contro l'anoressia

Nella cura di molte forme di anoressia si sono rivelati utili alcuni infusi, decotti e tinture a base di erbe ricostituenti e che stimolano l'appetito.

Infuso di achillea moscata
Unite a 100 grammi di acqua bollente 3 grammi di foglie e sommità fiorite secche di achillea moscata e lasciate in infusione per 15-20 minuti, quindi filtrate.
Per stimolare l'appetito bevetene 2 tazzine al giorno prima dei pasti.

Tintura vinosa di artemisia
Fate macerare per 10 giorni 2 grammi di sommità fiorite secche di artemisia in 100 grammi di vino bianco o rosso. Per stimolare l'appetito bevetene 1 bicchierino prima dei pasti

Tintura di assenzio
Fate macerare per 5 giorni 20 grammi di sommità fiorite o foglie secche in 100 grammi di alcol di 60°.
Per stimolare l'appetito prendetene 1 cucchiaino sciolto in acqua o su una zolletta di zucchero prima dei pasti.

Vino di calamo aromatico
Fate macerare per 10 giorni 50-100 grammi di rizoma secco contuso di calamo aromatico in un litro di buon vino generoso, quindi fate decantare la parte limpida.
Come stomachico o digestivo bevetene a bicchierini prima o dopo i pasti.

Tintura vinosa di carciofo
Fate macerare per 10 giorni 2 grammi di rizoma secco di carciofo in 100 grammi di vino.
Per stimolare l'appetito bevetene 1 bicchierino prima dei pasti.


Polvere di cola
Pestate in un mortaio delle noci di cola e passate la polvere ottenuta al setaccio.
Come blando stimolante nell'affaticamento fisico e mentale prendete 1 grammo di polvere di noci di cola in un'ostia due volte al giorno.

Tintura di centaurea minore
Fate macerare per 8 giorni 20 grammi di sommità fiorite secche di centaurea minore in 100 grammi di alcol di 70°. Per stimolare l'appetito prendetene 20 gocce, su zucchero o in acqua, prima dei pasti.
È sconsigliata a chi soffre di gastrite e di disturbi allo stomaco in generale.

Succo di crescione
Pestate in un mortaio un buon quantitativo della parte aerea della pianta fresca, precedentemente lavata con cura e asciugata (oppure frullatela) in modo da ottenere una polpa il più possibile omogenea che porrete in una tela bianca fitta, strizzando la quale spremerete fuori il succo. Il succo di crescione è ricco di proprietà toniche dovute all'alto contenuto in vitamine e sali minerali.

Infuso di eufrasia
Fate prendere l'ebollizione a 100 grammi di acqua, unitevi 2 grammi della pianta intera secca di eufrasia e lasciate in infusione per 15-20 minuti, quindi filtrate con un colino fitto. Per stimolare l'appetito prendetene 1 tazzina prima dei pasti.

Infuso di fagiolo
Fate prendere l'ebollizione a 100 grammi di acqua, unitevi 2 grammi di baccelli freschi di fagiolo, coprite e lasciate in infusione per 15-20 minuti, quindi filtrate con un colino fitto. Per un buon apporto proteico e vitaminico bevetene 2 tazzine al giorno.

Polvere di fieno greco
Pestate in un mortaio dei semi secchi di fieno greco e setacciate la polvere ottenuta usando un setaccio a maglie molto fini. Prendete 0,5 grammi di polvere di fieno greco così ottenuta in un'ostia o mescolati a miele.
Il fieno greco giova ai soggetti debilitati, convalescenti o affetti da disturbi nervosi aventi come denominatore comune magrezza eccessiva, perdita dell'appetito, debolezza generale.

Decotto di imperatoria
Fate prendere l'ebollizione a 100 grammi di acqua, unitevi 3 grammi di rizoma secco di imperatoria e fate bollire per 15 minuti a fiamma bassissima. Per stimolare l'appetito bevetene 2-3 tazzine durante la giornata, preferibilmente prima dei pasti.

Tintura di imperatoria
Fate macerare per 10 giorni 20 grammi di rizoma secco di imperatoria in 100 grammi di alcol di 70°.
Per stimolare l'appetito prendetene 2-3 cucchiaini al giorno su una zolletta di zucchero oppure in pochissima acqua.

Decotto di pimpinella
Fate prendere l'ebollizione a 100 grammi di acqua; unitevi 3 grammi di parte aerea della pianta secca di pimpinella e fate bollire per 15 minuti. Per stimolare l'appetito prendetene 1 tazzina o una tazza preferibilmente prima dei pasti.

Infuso di trifoglio fibrino
Fate prendere l'ebollizione a 100 grammi di acqua o di vino rosso, unitevi 5 grammi di foglie secche di trifoglio fibrino, coprite e lasciate in infusione per 15 minuti.
Per stimolare l'appetito prendetene 2-3 cucchiai preferibilmente prima dei pasti.

Succo di trifoglio fibrino
Pestate in un mortaio delle foglie di trifoglio fibrino (oppure frullatele per pochi secondi) fino a ottenere una polpa omogenea; mettetela su una tela bianca a trama molto fitta e precedentemente bagnata e ben strizzata e spremetene il succo che raccoglierete in una tazza e conserverete, ben coperto, in un luogo fresco.
Per stimolare l'appetito prendetene 2-3 cucchiai preferibilmente prima dei pasti.

Tintura vinosa di cardo benedetto
Fate macerare per 10 giorni 10 grammi della parte aerea della pianta secca di cardo benedetto in 100 grammi di vino rosso o marsala.
Per stimolare l'appetito prendetene 1 cucchiaino prima dei pasti. L'impiego del cardo benedetto è limitato dal forte sapore amaro ed è controindicato per coloro che soffrono di infiammazioni intestinali e renali.

Conserva di rosa rossa
Stemperate 10 grammi di petali secchi di rosa rossa nel mortaio con 20 grammi di acqua di rose; lasciate riposare per 24 ore, poi amalgamate con 65 grammi di zucchero e 5 grammi di glicerina.
Prendetene 1 o 2 cucchiai al giorno come ricostituente; è particolarmente adatto per chi soffre di affezioni polmonari.




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails